Cosa significa per le imprese accettare Bitcoin?

Accettare Bitcoin come pagamento: pro e contro; e anche come le aziende possono iniziare ad accettare bitcoin e quali vantaggi ne derivano | NOAH Learn

Cosa significa per le imprese accettare Bitcoin?
IMG: neironixio

Autore: NOAH HQ | Original Date: 01/09/2022 | Tradotto da: 31febbraio | Milano Trustless | Link: What Can Accepting Bitcoin Do For You?

Con l'apertura a Bitcoin come valuta riconosciuta da parte del mondo, sempre più aziende, grandi e piccole, hanno iniziato ad accettarlo come forma di pagamento. Ma perché gli imprenditori dovrebbero accettare bitcoin? Perché non limitarsi alle valute tradizionali e collaudate? Come per ogni tecnologia dirompente la risposta è complessa e sfaccettata, che può mostrare scetticismo e opportunità in egual misura.

I pro

  1. Nuovi potenziali clienti: Bitcoin apre la vostra attività a una serie di clienti che si stanno avvicinando alla tecnologia e che desiderano utilizzare Bitcoin per acquistare beni e servizi di uso quotidiano. Per mantenere la promessa di Bitcoin come moneta del futuro, i Bitcoiners gravitano verso le aziende che accettano Bitcoin come pagamento.
  2. Bitcoin consente di effettuare facilmente pagamenti internazionali: non è vincolato alle normative finanziarie di nessun paese, né è soggetto alle infrastrutture obsolete della finanza tradizionale. Accettando Bitcoin come mezzo di pagamento, gli imprenditori e i commercianti possono permettere ai clienti di tutto il mondo di pagare i propri servizi senza dover affrontare il fastidio e le spese di conversione della valuta.
  3. Nessun chargeback: a differenza delle carte di credito, le transazioni in Bitcoin non possono essere annullate. Questo protegge le imprese dalle frodi e rende Bitcoin un'opzione di pagamento desiderabile per le aziende che trattano beni digitali, come corsi online, e-book e software. Dopodiché va detto che la maggior parte delle aziende offre una politica di rimborso o di restituzione, quindi i clienti possono essere certi di non sacrificare l'esperienza dell'utente usando Bitcoin. Il cliente può sempre avere ragione e le imprese fare sempre ciò che è meglio per la loro attività.
  4. Riduzione delle commissioni di transazione: le commissioni sono la rovina degli affari, la tassa silenziosa che impedisce alle venfite di essere redditizie al 100%. Sono ostacoli all'espansione e alla scalabilità e sono una spina nel fianco anche per i clienti. Le società di carte di credito offrono reti di pagamento per far funzionare il commercio, ma nel frattempo ne succhiano i profitti e i soldi dei loro clienti, per un sistema che non è nemmeno così efficiente come appare. Le commissioni di transazione in Bitcoin sono molto più basse di quelle delle carte di credito, pari a circa il 3% per operazione. Sulla Lightning Network le commissioni di transazione in Bitcoin sono essenzialmente gratuite: solo frazioni di un centesimo.
  5. Il denaro arriva all'istante: contando con i tempi della finanza tradizionale, il regolamento finale dei pagamenti sul livello base di Bitcoin richiede solo 10 minuti, rispetto ai due o tre giorni necessari per regolare una transazione fiat. E se si utilizza Lightning Network il regolamento è quasi istantaneo. Chiunque pertanto, in qualsiasi angolo del pianeta, può effettuare un pagamento in Bitcoin all'istante e le imprese vedrere subito i fondi nelle loro casse.
  6. Scegliendo la custodia in proprio di bitcoin, nessuno può bloccare o trattenere i fondi; la regolamentazione nel settore finanziario è confusa. A seconda del luogo in cui ci si trovi, possono essere applicate leggi diverse alla propria attività. E poi c'è l'incognita di chiedersi se le banche bloccheranno o tratterranno i conti perché non gradiscono la natura dell'attività... o anche senza ragione. È un bel grattacapo. Un incubo, direbbero alcuni.
Bitcoin risolve questo problema dando alle imprese il controllo completo del proprio denaro. Nessuno può dire cosa farne. Saranno gli imprenditori a controllare il proprio denaro.

I contro

  1. Bitcoin è volatile: il prezzo di Bitcoin è notoriamente volatile. Se questo può essere positivo per i trader e gli investitori, non lo è altrettanto per le aziende. Tuttavia, i gestori di pagamenti offrono protezione dalla volatilità di Bitcoin, convertendo immediatamente i pagamenti in Bitcoin in valuta fiat. In questo modo, le aziende e i commercianti possono evitare la preoccupazione della fluttuazione dei prezzi di Bitcoin e concentrarsi su ciò che sanno fare meglio: gestire la propria attività.
  2. Le regole fiscali sono confuse: [in USA ad esempio, n.d.t.] anche nell'ultimo anno le indicazioni dell'IRS sulle valute digitali si sono fatte più stringenti, ma ci sono ancora molte zone grigie per quanto riguarda la 'regolamentazione' di Bitcoin e le tasse. La regolamentazione, le imposte sulle plusvalenze e altri fattori rendono difficile determinare la compatibilità tra Bitcoin e tasse. Da ricordare sempre: le imprese devono rivolgersi a un professionista del settore fiscale per ottenere le indicazioni necessarie per la propria attività.
  3. La gestione dei rimborsi e delle restituzioni richiede più complessità rispetto ai metodi c.d. tradizionali: in caso di vendita online la gestione dei rimborsi e delle restituzioni può essere un problema. Bitcoin rende le cose ancora più complicate, perché non si può semplicemente stornare una transazione Bitcoin come si fa con i pagamenti con carta di credito. Si deve invece collaborare direttamente con il cliente per rimborsare il suo acquisto, il che può richiedere tempo, dipendenti aggiuntivi e, in ultima analisi, costi maggiori.
  4. La custodia in proprio è una sfida: a differenza della valuta fiat, Bitcoin è un bene digitale che deve essere conservato in modo sicuro. Ciò significa che non si può semplicemente metterlo in una cassaforte o chiuderlo in un cassetto. Se la sicurezza è scarsa qualcuno potrebbe rubare i fondi; e non ci sono società di assistenza clienti Bitcoin da poter chiamare per riavere i fondi indietro. È utile trovare una soluzione adottando un wallet digitale affidabile che protegga i Bitcoin da hacker, malware e altre minacce alla sicurezza. Le aziende possono optare per soluzioni di custodia e di terze parti, ma questo comporta costi aggiuntivi, rischi di controparte e una diminuzione della sovranità individuale.

Come accettare Bitcoin?

Chi è disposto a fare un tuffo nella tana del Bianconiglio può accettare Bitcoin in diversi modi. Il metodo più diffuso è quello di utilizzare un processore di pagamenti.

Una buona opzione è quella di utilizzare un wallet Bitcoin Lightning Network, che consente alle aziende di ricevere bitcoin sul proprio conto all'istante. Con questa soluzione non si deve affrontare il rischio di controparte e le commissioni degli intermediari, decidendo cosa fare con i propri bitcoin. Si potrebbe ad esempio essere sfacciati e  scegliere di HODLARE bitcoin come investimento a lungo termine. Ma volendo incassare immediatamente, è possibile farlo. La scelta è personale e questo è il bello del Bitcoin.

Value for Value exchange (you can tip Milano Trustless for translations via Bitcoin Lightning): 31febbraio@getalby.com