Lightning brilla per la sua praticità

Le applicazioni costruite sulla rete Lightning consentono di effettuare micropagamenti, aprendo la porta a integrazioni con videogiochi e podcast esistenti. Koji Higashi | Bitcoin Magazine

Lightning brilla per la sua praticità
Fonte: Coinsfera

Autore: Koji Higashi | Pubblicazione originale: 26/08/2022 | Tradotto da: 31febbraio | Milano Trustless | Link: Lightning Shines For Its Practicality

Questo è il secondo articolo basato sul contenuto del rapporto 'Understanding Lightning' prodotto dalla comunità Diamond Hands, la più grande comunità della rete Lightning in Giappone. Il rapporto mira a fornire una panoramica della tecnologia e dell'ecosistema di Lightning per un pubblico non tecnico. Il primo articolo è disponibile qui.

Micropagamenti con le applicazioni Lightning

Le applicazioni che integrano i pagamenti Lightning possono sfruttare da subito i vantaggi della capacità di micropagamento, delle commissioni ridotte e del regolamento istantaneo. Poiché Lightning sottrae la maggior parte dei pagamenti alla blockchain tradizionale di Bitcoin, può in teoria elaborare milioni di transazioni al secondo mantenendo la natura decentralizzata e priva di autorizzazioni di Bitcoin, entrambe essenziali per fungere da tecnologia di base per le operazioni pratiche del mondo reale.

La riduzione significativa dei costi delle transazioni e l'aumento della velocità su scala globale con Lightning non è un'impresa da poco. Può potenzialmente servire miliardi di persone non senza accesso e/o con accesso limitato ai servizi bancari, oltre a tagliare miliardi di dollari di costi solo per le commissioni delle carte di credito.

Lightning Network può servire potenzialmente miliardi di persone senza accesso alle banche, o con accesso limitato

Detto questo, l'industria delle criptovalute nel suo complesso, o ora popolarmente chiamata 'Web3', sembra concentrarsi maggiormente su diversi tipi di soluzioni, con token proprietari strettamente integrati nel nucleo del servizio.

In effetti, i progetti Web3 con token integrati tendono ad avere più facilità a raccogliere fondi dai venture capitalist, nonché a raggiungere una crescita ultra rapida, grazie alla natura speculativa dei token e all'aspettativa di grandi guadagni per i primi investitori e utenti. Sotto questo aspetto, le applicazioni Lightning sono certamente inferiori alle aspettative.

Sebbene molte applicazioni Lightning utilizzino il layer 2 per distribuire piccole quantità di bitcoin (sats) agli utenti, non vi faranno diventare ricchi rapidamente, a differenza di alcuni progetti Web3 con token che occasionalmente lo fanno se siete fortunati (o se siete un insider, per essere più specifici).

Problemi con le applicazioni Web3

Naturalmente, non tutto è perfetto con Web3.

I token sono spesso un incentivo troppo forte e possono facilmente alterare lo scopo dell'utilizzo del servizio stesso, danneggiando di conseguenza il prodotto nel suo complesso. Il confine tra l'utilità effettiva dell'applicazione e la domanda speculativa a breve termine si confonde, attirando spesso il tipo sbagliato di utenti che non si interessano al servizio.

Per dirla con altre parole, le applicazioni con una base di utenti già avviata possono rischiare di danneggiare gli utenti effettivamente fedeli, integrando i token come cardine del loro servizio. Alla luce di ciò non sorprende che studi di giochi affermati come Blizzard rifiutino apertamente l'integrazione degli NFT nella loro piattaforma.

Inoltre, l'uso di token crypto spesso aumenta i rischi legali e i costi di adeguamento, rendendo l'approccio dei token impraticabile per molte aziende affermate. È anche innegabile che l'asimmetria di informazioni e la mancanza di regolamentazione sui token spesso portano a frodi, con progetti e primi investitori che spesso scaricano il rischio sugli investitori al dettaglio.

Cosa offrono le app Lightning

D'altra parte, l'integrazione dei pagamenti Lightning nei servizi esistenti ha meno probabilità di entrare in conflitto con il design del prodotto esistente, migliorando invece l'esperienza e la soddisfazione degli utenti.

Le aziende stanno sperimentando nuovi modi per utilizzare Lightning


Zebedee, una delle aziende leader nel settore dei giochi Lightning, sta per esempio lavorando per integrare le ricompense in microbitcoin nei titoli di gioco esistenti, trasformandoli facilmente in 'esperienze per guadagnare (bitcoin veri) giocando'.

Queste ricompense sono relativamente piccole e non permettono di guadagnarsi da vivere. Ma l'inserimento di ricompense in microbitcoin può migliorare la fidelizzazione degli utenti e ridurne il costo di acquisizione, rendendo la distribuzione di micro-ricompense economicamente fattibile e sostenibile per gli sviluppatori di giochi.

La logica è, a mio avviso, piuttosto semplice. Non si gioca per puro scopo di lucro, ma se si gioca comunque per divertimento, si preferisce guadagnare qualche sats mentre lo si fa.

Allo stesso modo, Fountain applica Lightning al podcasting, premiando gli utenti che ascoltano i loro podcast preferiti.

Entrambi questi casi d'uso non alterano lo scopo originale dell'utilizzo del servizio stesso. Le micro-ricompense di Lightning funzionano come una leggera spinta a continuare a fare ciò che piace, invece di cercare di costringere le persone a giocare a giochi noiosi o ad ascoltare podcast sgradevoli solo per il gusto di ricevere gettoni e fare soldi in fretta.

Conclusione

Sebbene ci aspettiamo che in futuro vengano scoperti altri casi d'uso inediti, esistono già numerosi utilizzi concreti che sfruttano Lightning Network per i depositi, trasferimenti di denaro, micropremi, giochi d'azzardo e altro ancora, riducendo i costi delle transazioni e migliorando l'esperienza dell'utente.

Lightning può essere uno strumento efficace per elevare i prodotti con un'utilità reale e una base di utenti già esistente, anche se potrebbe non essere abbastanza potente per ottenere una rapida crescita monetaria da zero, come alcuni progetti Web3 sono progettati per ottenere attraverso schemi di pump-and-dump.

Non si sa ancora se le applicazioni Web3 siano in grado di raggiungere un'iper-crescita iniziale e una sostenibilità a lungo termine, ma secondo me le applicazioni Lightning e Web3 hanno scopi diversi e soddisfano esigenze specifiche, con un'architettura tecnica e requisiti di compromesso differenti.

Dovremmo accettare queste diversità e creare in futuro casi d'uso ancora più interessanti e fighi con Lightning

Value for Value exchange (you can tip Milano Trustless for translations via Bitcoin Lightning): 31febbraio@getalby.com